Accesso civico

Il vigente ordinamento giuridico, a seguito dell’introduzione del d.lgs. 14 marzo 2013, n. 33 e sue modifiche, prevede tre istituti dei quali il cittadino può avvalersi per accedere agli atti e ai documenti, ossia:
– l’accesso civico ai dati, alle informazioni e ai documenti oggetto di pubblicazione obbligatoria per la Fondazione (art. 5, comma 1 del d.lgs. 14 marzo 2013, n. 33);
– l’accesso civico generalizzato ai dati e ai documenti ulteriori, relativi alle attività di pubblico interesse disciplinate dal diritto nazionale o comunitario, detenuti dalla Fondazione (art. 5, comma 2 del d.lgs. 14 marzo 2013, n. 33);
– l’accesso documentale da parte di soggetti titolari d’interessi qualificati (Capo V della legge 7 agosto 1990, n. 241).


Lista attesa

L’ingresso presso la RSA “Villa dei Pini” è disciplinato da un protocollo d’intesa esteso ai Comuni della Valle Trompia. Il protocollo definisce una graduatoria che tiene conto del grado di compromissione sanitaria, del grado di fragilità sociale e del tempo di attesa trascorso dal momento di effettuazione della domanda.
La gestione è in capo all’Ucam Spedali Civili di Brescia con riferimento telefonico 0308915374
L’ingresso presso il CDI “Villa dei Pini” avviene presentando domanda presso la Fondazione o presso l’Ucam Asst Spedali Civili di Brescia.


Bilanci 


Carte dei servizi


Amministratori e dirigenti

La Fondazione è retta da un Consiglio di Amministrazione che opera a titolo gratuito nel rispetto della mission statutaria.
Il Direttore generale è capo del personale e – limitatamente alla gestione ordinaria –  ha poteri di spesa  definiti annualmente con l’approvazione del budget di esercizio.


Costi contabilizzati


Mogc e codice etico


Organismo di vigilanza


Class action

Ai sensi dell’articolo 140bis del Codice del Consumo se una pluralità di consumatori/utenti sono stati lesi in modo identico dal comportamento di un’impresa possono tentare un’azione collettiva, eventualmente dando mandato ad un’associazione di tutela dei consumatori e promuovere pertanto un’azione contro gli illeciti commessi dall’azienda.
Sono azionabili in giudizio con lo strumento dell’azione di classe (class action):
a) i diritti contrattuali propri di una pluralità di consumatori e utenti i quali si trovano nei confronti di una stessa impresa in una identica situazione;
b) i diritti identici spettanti ai consumatori finali di un determinato prodotto nei confronti del relativo produttore;
c) i diritti identici al ristoro del pregiudizio derivante agli stessi consumatori e utenti da pratiche commerciali scorrette o da comportamenti anticoncorrenziali.
L’azione è divenuta esperibile il 1° gennaio 2010 ma può essere promossa soltanto contro illeciti commessi successivamente al 15 agosto 2009.


Regolamenti


Gradimento servizi, segnalazioni, reclami


Contributi,  sovvenzioni

Fondazione Colturi Villa dei Pini Onlus eroga servizi in regime di accreditamento e contrattualizzazione con il servizio sanitario regionale a fronte di una remunerazione giornaliera secondo le regole definite annualmente da Regione Lombardia.
La legge annuale per il mercato e la concorrenza (Legge n. 124 del 4 agosto 2017) all’art.1 dal comma 125 al 127 stabilisce che entro il 28 febbraio di ogni anno le associazioni‚ le Onlus e le fondazioni che intrattengono rapporti economici con le pubbliche amministrazioni dovranno pubblicare‚ nei propri siti web‚ le informazioni relative a sovvenzioni‚ contributi‚ incarichi retribuiti e comunque a vantaggi economici di qualunque genere di importo pari o superiore a 10.000 euro‚ ricevuti dalle medesime pubbliche amministrazioni nel corso dell’anno precedente.  Sono quindi esonerati da tale obbligo di pubblicazione gli enti che‚ nel periodo annuale considerato‚ abbiano ricevuto sovvenzioni‚ contributi‚ incarichi retribuiti e vantaggi economici inferiori a 10.000 euro. L’inosservanza dell’obbligo di pubblicazione comporta la restituzione delle somme alle amministrazioni che hanno erogato il contributo.
Ulteriori specifiche sono state impartite dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali con la circolare nr. 2 del 11.01.2019.
In quanto Onlus la Fondazione  è iscritta nell’elenco permanente dei beneficiari del 5 per mille


Assicurazioni

Close Menu